01 agosto 2019

Venerdì 9 Agosto, ore 18.30

Presso INFOSHOP, Via Serravalle 16/a Fano (PU)

.....................
"OUT OF MY BRAIN | L'ARTE DI MIGUEL ANGEL MARTIN"

Presentazione e dibattito con ANDREA GRIECO, autore del libro dedicato all'artista (edito da  Nicola Pesce Editore).

Mostra tavole originali di Miguel Angel Martin.


OUT OF MY BRAIN di Andrea Grieco è il primo testo organico in assoluto dedicato all’opera del controverso e provocatorio artista iberico Miguel Ángel Martín, autore famoso per lo scandaloso Psychopathia Sexualis e il “tecnomelodramma del XXI secolo” Brian the Brain, fumetti che hanno stravolto per sempre l’espressione sequenziale. Tavole, disegni e illustrazioni originali di Martín saranno visibili durante la presentazione del libro per dare l’occasione di osservare dal vivo lo stile e la tecnica di un artista definito dal Time “il miglior disegnatore europeo di fumetti”.



Chi siamo:
L'Infoshop, in via G. da Serravalle 16, è una mini galleria gestita da Alternativa libertaria-FdCA e Femminismi. Dispone di 7 metri lineari di parere espositiva attrezzata che mettiamo a disposizione di giovani artist* e di mostre di vario genere.
L'Infoshop, che è situato a poche centinaia di metri da Piazza XX Settembre, ospita anche letture poetiche, riunioni, banchetti informativi su campagne politiche e sociali.
Abbiamo scelto di trasformare il locale con le sole nostre forze in questa micro galleria per sostenere le nostre attività culturali e dare spazio ai giovani artisti locali e a tutti coloro che fanno arte e sono vicini alle tematiche sociali che trattiamo:
Antimilitarismo, libero pensiero e anarchismo, femminismo, cultura LGBT, ecologia, solidarietà sociale. Contatti: infoshop.fano@gmail.com







































Visto la mia innata propensione per la chiacchiera compulsiva povere anime comprensive mi hanno chiesto di presentare o interagire in dibattiti tematici.

Venerdi 1 Marzo 2019
Presso Palazzo del Carnevale, da noi chiamata la Chiesa di Giovanni mi è stata chiesta una breve...si fa per dire...riflessione sulla pittura di Firda Khalo e la sua figura nel panorama culturale mondiale artistico e politico del primo '900.
Questo è stato possibile grazie alla prima opera scelta per rappresentare il Carnevale di Fano, VIVA LA FRIDA un fantasmagorico carro realizzato dalla bravissimissima carrista nonché scultrice Anna Mantovani.
Successivamente è avvenuta la proiezione del film biografico di Taylor FRIDA.


Anna Mantovani, carro on the road e disegno per il progetto 2019 VIVA LA FRIDA!


 



------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

TERRA E FUOCO
Bipersonale Giovanni Gagliardi e Giovanni Pupita.

5 al 16 Giugno presso Palazzo Bracci
ha curato l'esposizione Ass.Culturale "La Via Della Seta" 

Il 7 giugno abbiamo fatto la presentazione e come non potevo dar una mano visto che mio padre è presidente dell'Associazione via della Seta, ed a tenere la discussione era il mio adorato Preside delle Scuole medie di Lucrezia, nonché storico ed intellettuale: Giovanni Pelosi.
Abbiamo parlato degli autori in esposizione per poi stenderci su argomenti che includevano , anche dal loro lavoro, pedagogia comunicazione e ricerca, ricerca di quell'arcaico sentimento, che spesso l'arte riesce a tutelare, la PUREZZA interiore.
Purezza di sentimenti, di fini vitali e di relazioni, del valore della cultura sul mercato della vita e dell'arte, del potere della scuola publica e di quanto poco lo Stato sia interessato a tutelare le generazioni sempre più messe a bagnomaria da un sistema scolastico che punta alla produttività dell'alunno e non alla sua formazione spirituale.
Penso che qualcuno  abbia fatto qualche sonnellino, ma è stata veramente una bellissima esperienza, emozionante perché oltre ai 2 scultori che stimo il Preside Pelosi è veramente una perla rara in questa coltre di basse umanità che usano l'arte per una loro fetta di popolarità.
Quando l'arte e quindi la pedagogia del comunicarla si forma in noi solo attraverso il sacrificio del fare e nelle rinunce alla vita in funzione dell'amore per lo studio e il tentativo astratto o materico di trasmetterlo al prossimo.
 Qui sotto il pieghevole, con testo critico.








31 luglio 2019

Mi è stato chiesto un logo per un'associazione di karatè ed è stato curioso avventurarmi nei loghi di questo tipo di sport, principalmente in Italia l'iconografia grafica delle arti marziali, oltre ad essere etimologicamente, vista la sua affinità con le filosofie buddiste, strutturata sulla circonferenza, ma è il macchiamo di molti marchi a infastidirmi oltre all'utilizzo spregiudicato dei caratteri.



Sopra il logo scelto e sotto un ipotesi classica, scartata.





E' stata un estate iniziata con grafiche  a go-go per amici e parenti.

Per il libro sulle "frustèt"scritto da mio padre, ho realizzato un po di copertine, la prima fronte-retro è quella scelta, le altre le abbiamo scartate.
Le "frustèt" ovvero frustate sono filastrocche in rima baciata scritte in dialetto per la festa di San rocco il 16 Agosto, partono di Isola di Fano, piccolo paesino vicino Fossombrone , nel pesarese.
Ogni anno da ormai tanti decenni si festeggia la festa del patrono, con una festa dove si mangia e balla ma durante la serata cè il momento delle "frustèt" ovvero i paesani scrivono e leggono sfottendosi composizioni dialettali che analizzano stile novella 2000 tutte le marachelle degli isolani combinate nell'ultimo anno, gente spesso si offende si vergogna o si sorprende ignara che il segreto che tratteneva tra le mura sia invece di dominio publico.
Visto l'amore di mio babbo per il paesino natio ho sovrapposto ad una sua foto un disegno infantile, il mio primo con la penna grafica che stampo che abbraccia creando un cuore la storica e meravigliosa chiesa del paesino, che poi altro non sono che poche case costruite attorno ad essa.













































COPERTINA SCARTATE











questse sopra sono i miei primi gattonanti ludici per provare la enna grafica, strumento che preferisco usare unicamente come mouse mentre
qui sotto sono le prove grafiche che preferisco




                     


ED E' NATA UNA FANZINE!
GATTOROSA ZINE è finalmente tra noi!




















































































La Sottostalle Gallery realizza autoproduzioni per far crescere futuri fanzinari!
Per la Mostra di GianMarco Rossetti è stata pensata una zine A5 intitolata "Memento mori" e aprendola abbiamo la possibilità di colorare e personalizzare un mega poster pieno di deliziosi teschi.






30 luglio 2019







 SOTTOSCALE GALLERY...Finalmente siamo galleristi! 
presso ISTITUTO OLIVETTI, Via Nolfi_ Fano

UN BELLISSIMO SPAZIO IN UN PALAZZO QUATTROCENTECO e LA POSSIBILITÀ DI ESPORRE GIOVANI TALENTI SENZA RICATTI DI MERCATO.

Questa esperienza frutto di un intensa collaborazione con alcuni colleghi uniti per la passione alla Bella Scuola...non Buona...all'amore per la pedagogia e per tutte le povere anime, per loro, che ci sopportano!

Abbiamo iniziato con una fanzine di illustrazione e mostra personale di tavole originali, china e collage, di un alunno nonché futuro fumettista, di V superiore,  Gianmarco Rossetti, con il progetto Memento Mori.
 Successivamente, inaugurata l'ultimo giorno di scuola e che aprira' il prossimo anno scolastico, una collettiva di stampe.Questo secondo progetto si è sviluppato sull' interpretazione attualizzare dell' opera Guernica di Picaso, un progetto molto commovente e che comvatte il luogo comune che fonde il termine millenians con omologazione, geneizzando proprio con un orrore della nostra società adulta ad   marchio generazionale, che serve solo a scusare e traslare le nostre colpe.
I ragazzi hanno creato opere emozionanti da un punto di vista contenutistico e a volte anche formale.
The show go on!





PRIMA






























DURANTE













DOPO






















































PRESTO ALTRE FOTO PERCHE SOTTOSCALE GALLERY E' UNO SPAZIO PROGETTATO COME SPAZIO DI INCONTRO PER RAGAZZI, E PER QUESTO E' STATO ALLESTITO CON UNA POLTRONA E SCRIVANIA DOVE AVVIENE IL BOOK CROSSING,
AMICI QUALI NOMISAKE, PIERZ NIGRAZ E ALCUNI PROF. HANNO INIZIATO A DONARE ALLA SCUOLA I PROPRI LIBRI PER IL BOOK CROSSING CHE SI STRUTTURA NON IN BIBLIOTECA MA PROPRIO NELLA SOTTOSCALE, PERCHE' FATTO IN LORO TOTALE AUTONOMIA E FIDUCIA.

15 luglio 2019

AFA |  AUTOPRODUZIONI FICHISSIME ANDERGROUND
Anche quest'anno i ragazzi del festival AFA hanno pensato a un uscita editoriale strepitosa, e inevitabilmente hanno coverizzato progetto e manifesto con il disegno di uno dei migliori e forse non proporzionalmente conosciuto, disegnatore e fumettista italiano, Maurizio Ercole.
Vi allego la grafica della copertina del libro, con il disegno di Maurizio, e il mio lavoro per il progetto grafico-musicale AFA_MEGA MIX.
La mia cover è realizzata su un brano di un famosissimo gruppo riminese, non so esattamente chi siano ma si chiamano EURO GIRLS...cercatele nel web e seguitele ai loro s-concerti, mi è stato detto che fanno musica cantautoriale napoletana niente male, un pò alla Merola con qualche toccatina di noise!



CONTRO IL NULLA CHE AVANZA
Tanti amici, tanti ricordi e sopratutto una grande perdita in quella Bologna che da qualche anno ho lasciato con dolore ma anche con qualche cinica indifferenza.
Perché se una città che ritiene "fico" far pagare delle verdure (Rape incluse) a peso d'oro forse è il caso di dire che non si merita xm? eggià perché per certi spazi, morti prima di nascere, si aprono addirittura  le uscite autostradali mentre si vuole chiudere un luogo dove il mercato biologico di piccoli produttori  a prezzi più che sostenibili è solo uno degli eventi quotidiani che propone alla cittadinanza tutta, si DEVE BOICOTTARE.

Perché chiudere gli spazi sociali (autogestiti o occupati) non è un'esempio di legalità ma di manipolazione dell'informazione, chiudere uno spazio sociale non è dire no alla violenza ma dire no alla pluralità di informazione, di liberà di pensiero e di possibilità di incontro, scambio e anche svago....non sono riuscita ad andare alla manifestazione o forse non sono voluta andare, un'ennesima perdita, affettiva ed intellettuale, in quest'anno orribilis non l'avrei retta.


http://www.ecn.org/xm24/2019/07/11/il-nulla-che-avanza-alla-conquista-della-mente-di-merola-aggiornamenti-sulla-situazione/


Agli amici tutti, ai ricordi troppi, al gruppo di Seri-XM e di Fionda!
"Luna Nera" e sotto "Luna Rossa"_china e pennarelli su F4, colore digitale









































MA CHE “ČAPEK” STAI DICENDO AMICO MIO!??


E' uscito il primo numero di “ČAPEK”, ancora devo masticarlo ma virtualmente ho avuto un bell'assaggio perché oltre ad essere una zine correttamente economica ve la danno pure scaricabile, e che si può chiedere di più?!
Mi è piaciuto il testo riportato dagli mici di Lamette e per questo lo copioncollo,
il mio spazio, dedicato alla moda e all'innovativo linguaggio del mondo influencer e trend contemporanei, è stato per me un avventura spossasissima, visto che ho toccato lessicalmente la mia ignoranza nei confronti di questo ambiente così legato alla purezza e alla modestia....
la mia pagina è stata ovviamente ridotta per motivi di formato, e per questo vi mostro la tavola originale, quella stampata nel progetto andatevela a vedere acquistando un Capekkino ...e se l'ortografia non è il mio forte, gli accenti omessi nell'impaginato per la prima volta non sono frutto della mia somaraggine, ma un semplice errore di sostituzione font!
buona lettura ed un grazie infinito a tutta la fantasmagorica crew di Capek!

“ČAPEK” RIDE PERCHÉ PROVOCA
ČAPEK, la rivista più libera, irriverente e coinvolgente del mondo, on-line gratis sul sito di STRADE BIANCHE e da oggi disponibile su carta, è indescrivibile a parole, soprattutto per chi ne ha poche come me. Magari il mio guru Luciano Bianciardi ci sarebbe riuscito, io no. E allora ve la propongo alla lettura gratuita, tutte le sue provocanti ottanta pagine, in attesa che la richiediate nella versione cartacea (all'indirizzo email stradebianchelibri@gmail.com) facendo voi il prezzo. Godetevela, che ha alle spalle antesignani illustri e altrettanto provocanti: MINESTRONE dei primi anni '70, CANNIBALE appena dopo e poi l'ondata dei provocatori americani: FREAK, SNATCH E ZAP. 
Secondo voi ho motivo di parlare di rivoluzione culturale, editoriale e di costume? 
Fatemelo sapere!
Marcello Baraghini

Leggete e scaricate gratis la rivista ČAPEK 
dal nostro sito all'indirizzo






10 dicembre 2018

Per tutti i bambini che il calcio preferiscono trovarlo nel latte...,
per fortificare corpo e spirito provate il karatè!
A Bologna corso di Karatè Shotocan con l'Istruttore Fikta Antonio Di Girolamo.







































ed anche per i più grandi.
Ovvio io metterei il retino anche sopra la foto della carta d'identità talmente si sto in fissa per cui....poi ovviamente in grafica si sceglie sempre la proposta più clean...chapeau!



09 dicembre 2018









































Gli Smidollati-Red Jeans Boy
"Vassoio, vassoino, vassoietto"
Cartone e pennarelli, 20x12 cm



26 novembre 2018



"Colora che ti passa"
...to be continued!

Dal Quadernone con la copertina di stoffa verde 30x50 cm